© 2019 marikavannuzzi.net

  • Bianco Facebook Icon
  • Bianco Instagram Icona
  • Bianco YouTube Icona
Cerca

All'interno dei mattoni viventi che formano i nostri corpi: le cellule


Parliamo oggi delle cellule. Conoscendole potremo affrontare, nei prossimi incontri, l’esame dei loro fondamentali e diversi aggregati. Le cellule sono le più piccole unità viventi presenti nel corpo. Le loro funzioni dipendono dagli organuli, strutture intracellulari formate da complessi di macromolecole. La maggior parte delle piante ed animali che si conoscono sono organismi pluricellulari che possiedono da migliaia a miliardi di cellule. Le cellule non esistono come unità indipendenti ma lavorano insieme, ognuna con le proprie caratteristiche e funzioni. Sono i mattoni viventi che formano i nostri corpi. Ci sono trilioni di cellule nel corpo umano, ma ne esistono solo 200 tipi diversi. Ciò nonostante questi tipi mostrano differenze notevoli in aspetto e funzioni. Ciascuna cellula non è cosciente del grande “mosaico” del nostro corpo: essa semplicemente risponde e si adatta ai cambiamenti dell’ambiente ad essa circostante.


Volendone dare una descrizione molto semplice, gli elementi della cellula possono essere così riepilogati:

  • La cellula è circondata da un mezzo acquoso conosciuto come liquido extracellulare. Nella maggior parte dei tessuti viene chiamato interstiziale. La membrana plasmatica rappresenta la barriera fisica che separa l’interno della cellula dal liquido extracellulare circostante. È una barriera selettivamente permeabile che controlla l’entrata di ioni e nutrienti e l’eliminazione di rifiuti e rilascio di secrezioni.

  • Il termine citoplasma indica, in modo generico, il materiale che si trova tra la membrana plasmatica ed il nucleo. Ha una consistenza che varia tra quella della sciroppo e quella della gelatina e può essere diviso a sua volta in citosol ed organuli. Il citosol rappresenta la componente liquida del citoplasma, mentre gli organuli (membranosi e non) rappresentano le strutture sospese all’interno di esso, con specifiche funzioni: citoscheletro, ciglia, microvilli, flagelli, centrioli, ribosomi, mitocondri, apparato di Golgi, lisosomi, perossisomi, reticolo endoplastico e nucleo.

  • Il nucleo, appunto, raccolto in una doppia membrana detta involucro nucleare, contiene enzimi, proteine, DNA e nucleotidi ha le seguenti funzioni fondamentali: controlla il metabolismo, deposito ed elaborazione delle informazioni genetiche, controlla la sintesi proteica. I diversi tipi di cellule presenti nel nostro corpo si combinano per dare origine ai tessuti, insiemi, appunto di cellule e prodotti cellulari, che svolgono specifici compiti. In questa occasione esamineremo i quattro tipi fondamentali di tessuto che, associandosi in varie combinazioni, formano tutti gli altri tessuti del nostro corpo.

Il tessuto epiteliare è il tipo più comune ed è formato da uno strato di cellule che formano una barriera con proprietà specifiche. Gli epiteli ricoprono ogni superficie esposta del corpo; rivestono gli apparati digerente, respiratorio, urinario e genitale; delimitano le cavità interne come la cavità toracica, gli spazi pieni di liquido nell’encefalo, nell’occhio e nell’orecchio interno; rivestono le superfici interne dei vasi sanguigni e del cuore.

  • Il tessuto connettivo assume forme assai diverse. Tutti i tipi di tessuto connettivo contengono cellule ed una matrice extracellulare formata da proteine fibrose e un fluido noto come sostanza fondamentale. La quantità e la consistenza della matrice dipendono dal particolare tipo di tessuto connettivo preso in considerazione. Nel sangue, le cellule sono disperse in una matrice acquosa detta plasma. L’osso ha una matrice dura, con cristalli di sali di calcio organizzati intorno ad una rete fibrosa, con una quantità estremamente ridotta di sostanza fondamentale.

  • Il tessuto muscolare è unico perché le singole cellule muscolari possono contrarsi con forza. Le funzioni principali del tessuto muscolare includono il movimento dei segmenti scheletrici, il sostegno dei tessuti molli, il mantenimento della pressione sanguigna, il movimento delle sostanze all’interno delle vie respiratorie, la stabilizzazione della temperatura corporea. Esistono tre tipi di tessuto muscolare: scheletrico, cardiaco e liscio (rif. News del 16 Maggio 2018)

  • Il tessuto nervoso è specializzato nel trasportare le informazioni o le istruzioni da una parte all’altra del corpo. Contiene due tipi fondamentali di cellule: le cellule nervose, o neuroni (neuro, nervo), e le cellule di supporto o neuroglia. I neuroni trasmettono le informazioni sotto forma di impulsi elettrici. Le cellule delle neuroglia isolano e proteggono i neuroni formando una rete di supporto. Il tessuto nervoso nel corpo può essere diviso, su base anatomica, in sistema nervoso centrale, formato da encefalo e midollo spinale, e sistema nervoso periferico, che comprende i nervi che collegano il sistema nervoso centrale con gli altri tessuti ed organi.